Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/175


CAPITOLO Vili • TOMO IV eia 1 e la speranza di consolarla forse, e il3 timore di ren¬dersi colpevole, abbandonando per qualche tempo i suoi infermi. Dopo essere cosi rimasto alquanto, pronunziò ad alta voce la conclusione del dibattimento, che 3 era stato tra i suoi pensieri. «Ho un dovere con quella creatura,» dis- s’egli. « Dio4 l’aveva in altri tempi indirizzata a me, ed ora non me l’ha fatta venir cosi presso perché io ricusi di es¬serle utile. Andiamo. » 5 Lasciò per la seconda volta i suoi6 ammalati alla cura del Padre Vittore, e si mosse con Fermo. 7 Questi andava innanzi tacito, facendo la guida per quel triste labirinto, e dirigendosi8 al viale, per cui era passato la prima volta; e il Frate, pur tacito, gli teneva dietro. 9 Gli oggetti, che10 ad ogni mutar di passo si succedevano alla vista,11 tenevano occupato l’animo di quella compunzione, che non trova parole; e in quel momento,12 su quel mesto spettacolo, pareva che scendesse e pesasse una mestizia più cupa e più grave dell’ordinario. 13 Una nuvola comparsa all’occidente14 aveva a poco a poco J e forse [di] di — 2 timore di posporre (lacuna) — 3 avevan fatto i — 4 me — 5 Raccomandò [di nuovo] per (lacuna) — 0 infermi — 7 An¬davano taciti per quel tristo labirinto, dirigendosi (lacuna) — 8 [all] al viale — 9 [Gli oggetti che si succedevano agli occhi di un pas¬seggero | occhi] (lacuna) Gli oggetti che [ad ogni mutar di posto] si succedevano alla vista stringendo [l’animo | con | di sempre nuova | di un | con una] sempre più l’animo ad ogni mutar di passo di [tri¬stezza] mestizia crescente non lasciavan luogo a parole ; e in quel momento (lo spettacolo del lazzeretto era] una tristezza ancor più cupa del solito, [pesava | copriva quel luogo già si triste. Il] scen¬deva e pesava (lacuna) — 10 si sue — 11 [stringevano il cuore sempre più ; stornando ogni altro pensiero non la | stringevano il cuore dii rinnovavano nel cuore ad ogni momento quella — 12 una mestizia più cupa e più grave del solito — 13 [Il cielo s’andava oscurando ; e quantunque il sole fosse lontano due ore dal tramonto, avresti detto I una nuvola comparsa da occidente s’era alzata a poco a poco e dif¬fusa pel cielo venendo incontro al sole ; e quantunque esso fosse lontano forse diie ore dal tramonto, avresti detto | lo aveva raggiunto e coperto, e s’era diffusa per tutto il cielo : e quantunque il sole fosse lontano forse due ore dal tramonto, avresti detto ch’egli era già | mancassero forse due ore al tramonto, | avresti detto ch’egli era una trista sera, | il cielo pareva quello d’una] Il cielo s’andava oscu¬rando : — 14 [l’aveva a poco a poco tutto coperto e allo scemar con¬tinuo della luce avresti detto che il sole era sparito,] venendo in-