Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/144


734 OLI SPOSI PROMESSI lazzeretto; e vi morivano affogati, o vi 1 rimanevano disensa¬ti;2 taluno canticchiando, le ore, i giorni interi. Fra quella confusione giravano monatti a prendere i morti, a contenere, a rispingere, a guidare nel lazzeretto i miseri cosi vivi; gira¬vano 3 commissarj,4 delegati, a dare ordini, a dirigere come si poteva i monatti.5 E Fermo/ scorrendo tra quella folla per avviarsi alla porta 7 di quel lato che tira lungo la strada maestra,8 Fermo doveva pure per quanto® intollerabili gli fossero quegli oggetti,10 fissare sovr’essi lo sguardo, perché fra essi, uno di essi, poteva essere quello 11 di ch’egli andava in traccia. Giunto12 su quella porta,13 ristette sopraffatto dal nuo¬vo spettacolo, che gli si parava dinanzi e dattorno. Dinanzi, il va^to campo interno del lazzeretto,11 ingombro qua e là.di trabacche, di capanne, coperto e animato da 11 un popolo, del quale il veduto al di fuori non era che un saggio ; e a destra e a sinistra iC le due interminate fughe di17 porticato spesse pure, e ,H gremite, e brulicanti a quel modo:1® uno sciame, un trambusto, un rimescolamento da far vertigine, da offendere con subita fatica lo sguardo,20 quando 21 fosse pure stata una festa.22 II cuore di Fermo fu soverchiato a quella vista; ed egli stette un momento in fra due, se dovesse tornarsene, e abbandonare una ricerca che superava le sue forze. Ma l’af¬fetto, 23 dal quale egli era stato tratto su quel limitare, aveva pigliato*4 ancor più forza dalla incertezza,** e l’immagine di Lucia,*4 forse inferma, quivi abbandonata, era divenuta pili forte ‘T e più pietosa nell’animo di lui.Pensò che se egli si ritraeva allora da quel luogo, vi sarebbe stato ben tosto 1 stavano — 2 erano alcuni — 3 pure — 4 a dare ordini — 6 Giravano preti ad assistere, a consolare, e la carità | i moribon¬di, e — 6 che — 7 [che] la quale divide nel mezzo il lato del lazzeretto (che costeggia] parallelo — 8 [nonj benché inorridito di quello spettacolo, non poteva — 9 intollerabile gli fosse que — 10 doveva pure — 11 eh — i2 dinanzi a quella — 13 si — 14 folto e ingombro — 15 una — ** 1* interminata fuga (lacuna) — 17 porticato — 18 gremite, e brulicanti a quel modo | grem — 19 un rimescola¬ mento — 20 se fosse — 21 (pure) pur quella fosse stata la calca d’una festa — 22 Di qui fino alle parole dalla incertezza, lungo segno ver¬ticale, e a margine, in penna: «Fermo non deve esitare: perché è monatto, giovane, animoso ed innamorato ». —23 [che lo aveva trat¬to colà] dal quale Fermo — 24 forza — 25 [dal] e dalle e — 26 appa¬riva ancor più forte, e più pietosa alla sua mente con V idea [nel¬l’attitudine] nell’aspetto — 27 sul — 28 Egli pensò

CAPITOLO VII - TOMO IV 735 sospinto di nuovo da tutti i suoi pensieri:1 partirsi senza ’ aver nulla saputo di Lucia, aspettarne le novelle, fin quando, da chi? partir dal luogo dove 3 soltanto si poteva sperare di trovarla:’1 fuggire da dove ella era forse a pochi passi di distanza . . . Fermo 5 si mosse, rivolse una viva preghiera al Signore, e si gittò in mezzo a quella confusione, abban¬donandosi alla 0 scorta7 di Lui. Non aveva alcun8 filo per diri¬gersi, né una ragione per cominciare8 la sua ricerca più tosto10 a destra che a sinistra, nel campo che sotto il portico; ma il campo gli era in faccia, e s’ingolfò in quello alla ventura. Nei principii della pestilenza il lazzeretto era stato11 scom¬partito in quartieri12 pei ministri e per quelli che13 entravano ad esser curati : le femmine separate dai maschj, e ogni sesso suddiviso in sospetti, in infetti, in quarantenanti. E già fin d’allora quell’ordine, come abbiam detto, non s’era 14 potuto interamente serbare; ma nel bollore della peste, e nel crescere della moltitudine, tutto s’era11’ rimescolato, come10 una botte fecciosa nella furia del temporale. Oltre di che quello scompartimento non era stato 17 fatto che nel fabbri¬cato, in 18 tempo che nessuno prevedeva che questo non sarebbe bastato, che l’immenso circuito interno sarebbe di-venuto spesso,1” traboccante, insufficiente anch’esso, e quan¬do questo cominciò a popolarsi,a0 (e cominciò con una folla) 21 non fu possibile applicare ad esso le divisioni già sta¬bilite. Pure le sollecitudini di sopraintendenti22 e principal¬mente del Padre Felice, per mantenere quel primo ordine,a3 nel fabbricato,24 ne facevano se non altro rimanere qualche tracciala massa principale, e il fondo per cosi dire 2;’degli abitatori *edi ciascun quartiere, era del sesso e della condizione a cui quello era stato destinato. Se Fermo fosse stato infor¬mato di ciò, si sarebbe diretto a 27 destra, al lato settentrio¬nale che guarda al cimitero di28 san Gregorio;29 il qual lato 1 tornar — 2 un — 3 ella era — 1 partire Fermo — 5 andò in¬nanzi — 0 [sua] sua — 7 di Lui — 8 Non aveva egli un — » le sue ricerche —10 nel — 11 diviso — 12 assegnati [parte] per una picciola parte ai ministri, pei servigi — 13 venivano — 14 nell’accrescere — 15 turbato, come — 10 un vino— 17 pensato — 18 un 19 [angusto) tra¬boccante — 2n e il prim — 21 non sarebbe — 22 per mantenere — 23 al¬meno dove era stato — 24 [e un qualunque nel| nello spazio interno ne avevan fatto rimanere alcun — 2;’ della popola — 28