Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/116


706 GLI SPOSI PROMESSI Agnese cercò di racconsolarlo, e lo chiese della sua sto¬ria; che Fermo le narrò sinceramente. Questa storia1 fece molto piacere ad Agnese,2 e le rimise Fermo nell’antico buon concetto. « Voleva ben dire io I » 3 sciamava essa di tratto in tratto. «Se sapeste come la raccontavano qui' in cento maniere l’una peggio dell’altra. Ma voi4 non me l’avete mai fatta scrivere ben chiara. » « E voi, madonna, » disse Fermo, « non mi avete mai data soddisfazione sopra quello che io voleva sapere.» « Basta, » disse Agnese : « lodato Dio che abbiam potuto parlarci una volta:5 valgon più n quattro parole sincere di due ignoranti che tutti gli 7 scarabocchj di questi sapienti. Ma voi come vi fidate di andare a Milano, dove vi hanno ■,11 tanto cercato, dove ... ? » 8 «Chi mi conoscerà ?» 0 rispose Fermo: «non m’hanno . visto che un momento; e il nome... ne piglierò un altro: non ci vuol gran lettera per questo; e poi chi volete che pensi a me ora? 10 Hanno da pensare alla peste/Sono tutti in confusione. Muojono come le mosche, " a quel chesi dice ... 18 Ah I pur che viva Lucia I » < Dio lo voglia I »13 sciamò Agnese ; « e lo vorrà, io spero. Quella poveretta innocente ha tanto patito ! Dio 14 gli conterà tutto quel male, per salvarla ora. Ah! Fermo, io ho buona speranza: andate pure; mi15 sento tutta riconfortata deil’avervi veduto. Sento una voce che mi dice che i guaj sono alla fine; e che passeremo ancora insieme dei buoni momenti.» Ferino chiese del Padre Cristoforo, e Agnese non le10 seppe dir altro se non ch’egli era a Palermo, che è un sito lon¬tano, lontano, di là dal mare.17 Scontento, e perché sperava da lui ajuto e consiglio, e perché desiderava di 18 raccontare a lui pure la storia genuina; e perché avrebbe riveduto volentieri quell’uomo, pel quale sentiva tanta venerazione e tanta riconoscenza. Disse però : «19 brav’uomo I vero reli- 1 [ristabili] fece risalir [Fermo nel concetto di Agnese] la ripu¬tazione di Fermo che a — 2 e gli — 3 sciamò ella — 1 perché -- 5 valgon — « due — 7 scara — 8 Chi — 0 in questa confusione? — » ri¬spose Fermo — 11 in — 12 Ah purché Dio Lucia viva — 1:1 rispose — 11 gli — 15 son tutta — 18 Sic. — 17 Fermo ne ebbe —18 togliergli ogni cattiva impressione che [gli] le ciarle pubbliche avessero potuto dargli sul conto suo — •” Cosi il periodo-, ma lo spiega la precedente cancellatura, cui fu scordata la necessaria sostituzione.