Pagina:Gli sposi promessi IV.djvu/109


CAPITOLO V - TOMO IV. 699 soltanto da gemiti, 1 attraversati da qualche cadavere, che era! portato alla fossa, senza accompagnamento, senza ro¬more di canto funebre: qua e là uomini sparuti, che.erravano, infermi che uscivano disperati dal coviglio, per morire all’aria aperta; birboni, che agguantavano dove fosse da spogliare impunemente. Fermo 3 cercò di schivare tutte le parti abitate, venendo pei campi; sul mezzo giorno 1 si riposò in un bosco, vicino ad una sorgente: ivi si rifocillò col cibo che aveva portato seco; lasciò passare le ore più infocate; riprese la sua strada;5 cominciò a riveder luoghi noti, misti alle me¬morie della sua fanciullezza, e due ore circa prima del tra¬monto scoperse il suo paesetto. Alla prima vista Fermo ri¬stette un momento, come sopraffatto dalle rimembranze, e dai9 pensieri dell’avvenire; e, ripreso fiato,7 procedette, entrò nel paese. L’aspetto 8 era come quello di ” tutti gli altri, che Fermo aveva dovuti vedere; ma la tristezza fu ben più forte che 10 egli non l’avesse ancor provata. Guardò se vedeva at- tornó qualche suo conoscente, qualche persona viva: nes¬suno; le porte chiuse, o abbandonate;" avanzando, scorse un uomo seduto sul limitare, lo guardò, durò fatica a ri¬conoscerlo, travisato com’era dal male; ** ma non fu ricono-sciuto da 13 esso, che 14 gli piantò 15 in faccia due occhj insen¬sati, 16 e non fece motto. Fermo lo chiamò per nome; non ne ebbe risposta, e,17 più che mai accorato, si avviò alla sua casa. Ella era, quale l’avevano lasciata i lanzichenecchi: senza imposte, diroccata qua e là,18 qua e là affumicata, e dentro vuota; ma non già 10 pulita, ché vi rimaneva ancor lo strame, che era stato letto ai soldati. Ne usci Fermo in fretta, inorridito, ritraendo l’occhio 20 dallo spettacolo, e la mente dai pensieri e dai ricordi, che quello spettacolo fa¬ceva nascere, e si21 incamminò alla casa d’Agnese,22 con l’ansia di rivedere 23 un vólto amico, di udire da lei ciò che tanto gli stava a cuore, e col24 battito di non ** ritrovarla, di non ritrovar pure chi gli sapesse dire s’ella viveva. 1 [abi] popolati — 2gittato —3 si po — * ristette — ■'* e due ore circa [prima] prima del tramonto [giunse] giunse ai luoghi noti — 0 sen — 7 prosegui,8 di que —11 tanti altri — l" Fermo —11 procedendo — 15 A margine, in penna, di mano del Manzoni: « Stupido: gli parve Gervaso, ed era Tonio». — 13 qu — 11 lo — '• due occhi — ‘"e gli ritir — 17 continuò — 18 coi segni del — 19 spazzata — 50 da quell — 81 volse da — 22 col — 5:1 una persona amica — 24 battito — 2r> tr

700