Pagina:Gli sposi promessi I.djvu/99

Gli sposi promessi - Tomo I - Fermo.png



Cap. V.

Il tentativo. * 1



Il qual padre Galdino 1 si fermò ritto sulla soglia e vedendo le due donne sole, abbassò gli occhi, e si raccolse un momento come era uso a fare dacché era divenuto cappuccino, tutte le volte che si trovava solo in presenza di qualche 2 persona di quel sesso 3 terribile che non avesse l’età prescritta alle fantesche dei curati. Rialzando lo sguardo, s’accorse al vólto turbato delle due donne che i suoi presentimenti non erano fallaci; e 4 soprastato alquanto sulla soglia come per aspettare la 5 conferma, disse con quel tono d’interrogazione che si risente già di ciò che deve significare una risposta... preveduta: «e bene?» Lucia rispose con uno scoppio di pianto. La madre cominciò dal chiedere scuse infinite al padre guardiano dell’aver ardito incomodarlo, ma egli si avanzò, e postosi sur un sedile contesto di alga, troncò tutte le scuse, e dopo aver detto a Lucia: «quetatevi povera figliuola,» domandò di essere informato di tutto brevemente. Il buon Padre ben si accorgeva di mettere una condizione un po’ dura e difficile: Agnese gli raccontò tutta 6 la trista 7 storia del giorno antecedente fra le interruzioni 8 del guardiano che 9 faceva abbre-

  1. Cancellato.
  1. Variante guardiano
  2. indiavo
  3. indi
  4. [soprastato alquanto come per aspettar una trista nuova] e vedendo che
  5. trista
  6. tutto il tristo
  7. serie di avvenimenti
  8. interrogazioni
  9. abbrevia