Pagina:Gli sposi promessi I.djvu/163

144 gli sposi promessi - tomo i

.     .     .     .     .     .     .     .     .     .     .     .     

.     .     .     .     .     .     .     .     .     .     .     .     

....e quei tristi vedendosi scoperti, si ritirarono in buon ordine come abbiamo detto. Ma quel buon servo che aveva già promesso al Padre Cristoforo di tenerlo avvertito seppe


    capello ; e sopra tutto le si porti rispetto in ogni maniera. Hai inteso? — Signore, non si può levare un fiore dalla pianta, e portarlo a lei, senza toccarlo. Ma non si farà che il puro necessario. — Sotto la tua sicurtà. E ascolta : v’è anche quel tanghero temerario, tu sai, quel Renzo che so io? che vuol fare il bellumore, e ardisce di competere con un par mio. Non occorre che andiate in cerca di lui, questa volta ; ma se venisse egli a cercare il suo malanno, se vi dà nell'unghie, intendo che gli sia dato un ricordo che gli serva per tutta la vita. Senza guastare però quello che più importa, senza scandali inutili: m'hai inteso. — Lasci fare a me, rispose il Griso, inchinandosi con un atto misto d’ossequio e di millanteria; e andò tosto a metter mano all’esecuzione. Tutto fu in movimento. La mattina si spendette a riconoscere il paese. Quel primo pezzente era il Griso stesso, e ogni lettore ha indovinato chi fossero quegli altri falsi accattoni, e quei falsi viandanti che avevan messe tanto in pensiero la madre e la figlia, quantunque l’ima e l’altra fossero lontane dall'immaginarsi il vero e intero scopo di quelle visite. Fatta però la prima scoperta, gli esploratori non si eran più lasciati vedere, per non dar troppo sospetto. Il Griso tornato colla cognizione del luogo, pigliò le misure, assegnò le parti, diede tutti gli ordini. Tutto ciò non si potè fare senza che quel vecchio servo, il quale stava all’erta, si avvedesse che qualche gran cosa si stava preparando. A forza di domandare di guardare e di ascoltare ogni cosa, pescando una mezza notizia di qua, una mezza di là, chiosando tra sé un motto oscuro,interpretando un andare misterioso, tanto fece che venne ad accertarsi che non si trattava meno che d’un ratto per insidie e a viva forza. Appena terminato il pranzo della famiglia, egli usci come a pigliar aria, e trottò, il povero vecchio, al convento a dare avviso dell'occorrente al padre Cristoforo; il quale spedi poi tosto quel Menico che abbiain veduto. (Queste ultime parole sono in parte ripetizione di quelle che si hanno nel testo con la frammentaria continuazione della prima minuta). Al cader della notte, gli uomini comandati dal Griso scesero a due a tre verso il villaggio, e andarono, un branco dopo l’altro, ad acquartierarsi tutti all'osteria. Il Griso rimane al di fuori in un campo; e avrebbe amato meglio di tenervi imboscata tutta la sua gente, per non dare ombra; ma la gente gli fece intendere che voleva divertirsi, e non aspettare noiosamente il momento dell’azione ; e talvolta il comandante è costretto di obbedire ai soldati. A notte mandò un fidato che era rimasto presso di lui, a richiamarli. Mostrarono essi, di partirsene, uscirono in fatti dal villaggio, ritrovarono il capo, e tutti insieme, per giri lontani divennero presso alla casa appostata il mattino, dalla parte opposta a quella per cui ne era partita la nostra