Pagina:Gli sposi promessi I.djvu/160


capitolo viii - la fuga. 141

di gala col fodero a rilievi d’oro, e con un bel diamante sul pomo, 1 si gettò la cappa sulle spalle,2 si coperse col cappello a grandi piume, e con la palma lo inchiodò sul capo; e si dispose ad uscire. A dir vero, egli ora andava né per 3 faccenda né per diporto; ma 4 sentiva un bisogno indistinto e confuso di 5 uscire in gran pompa, di circondarsi della sua forza, per mostrare agli altri ed a se stesso eli egli era pur sempre quel Don Rodrigo. Al piede della scala trovò i sei seguaci tutti armati, i quali fatta ala ed inchino, gli tennero dietro. Più burbero, più superbioso,6 più accigliato del solito, usci egli, e si pose a camminare verso Lecco ricevendo inchini 7 profondi, simili a genuflessioni dai contadini in cui s’abbatteva:8 i bravi che lo seguivano non avrebbero 9 lasciato di punire 10 il contegno poco ossequioso d’uno smemorato o d’un temerario. Don Rodrigo rispondeva con una leggera mossa di capo. I signorotti pure facevano riverenza a colui che, senza contrasto, era il più potente di loro, e Don Rodrigo corrispondeva con una degnazione contegnosa. Quando poi Don Rodrigo s'incontrava nel signor Castellano spagnuolo, l’inchino allora era egualmente profondo dall’una e dall’altra parte: si vedevano come due potentati, i quali non hanno 11 fra loro nessuna relazione né di pace né di guerra, ma che 12 per convenienza fanno onore nel grado l’uno dell'altro. Dopo aver passeggiato, Don Rodrigo si presentò in una casa dove si teneva brigata, e dove fu accolto con quella cordialità rispettosa, che 13 è riserbata a quelli che 14 ponno, e finalmente a notte avanzata tornò al suo castellotto. 15

Il Conte Attilio era giunto da poco; e fu servita la cena, alla quale Don Rodrigo parve 16 sopra pensiero.

Il Conte ruppe il silenzio, dicendo con aria maligna: 17 «Cugino, quando pagate questa scommessa ? »

«Il giorno di San Martino non è venuto.»

  1. si pose in testa il suo capp
  2. pose in testa il
  3. affari
  4. per levarsi da dosso
  5. mostrarsi
  6. del solito
  7. da tutti quelli che
  8. e il
  9. lascia...
  10. [la dir] la dimenticanza
  11. alcun
  12. reciproca
  13. ott
  14. fanno
  15. [più non conser |non avendo ornai di tante passioni, che si] e non restando di tante passioni che si erano rimbattute nell'animo suo, ormai più che il desiderio di (“lacuna”)
  16. ancora alquanto
  17. Quand