Apri il menu principale

Pagina:Giuseppe Conti Firenze vecchia, Firenze 1899.djvu/453


Giuseppe Conti Firenze vecchia, banda in alto 1899 (page 47 crop).jpg

XXVIII

Le Stinche - Il Bargello

La campana della Misericordia


L’edifizio delle Stinche: sua storia - Ubicazione delle Stinche - Debitori celebri in prigione - Inquilini stranieri - J arbitrio - Si castri/ - Il lavatoio - A soffino e a cappelletto - Ragazzi renitenti - Le tintorie fiorentine Abolizione delle Stinche - Il professor Girolamo Pagliano - Il palazzo del Bargello - Carceri e carcerati - Birri - Prodezze sbirresche - Picchiero celebre furfante - La gogna e la bollatura a fuoco - La campana della ]Iisericordia - A caso e a morto - Ansie domestiche - Come finiva?

Gli edifizi più tetri di Firenze erano «Le Stinche» ed il Bargello, che servivano di carceri e di bagno dei forzati. Ma le Stinche specialmente,

Giuseppe Conti Firenze vecchia, Firenze 1899 (page 453 crop).jpg

mettevan terrore a vederle. Quelle mura altissime, quell’isola nera che occupava quattro strade, facevano stringere il cuore. La storia di quel luogo di infinita pena, risaliva ai tempi della Repubblica.

Espugnato dai fiorentini, sui primi del secolo XIV, il castello detto «delle Stìnche» in Val di Greve, che s’era ribellato alla Signoria,