Pagina:Gianni di Parigi.djvu/32

30 ATTO

Ped.

Silenzio ed attenzione.

(ai villani e villanelle ecc.)


(Oliviero comincia la canzone. Dopo la prima strofa le villanelle vanno lietamente ballando).

Oli.

„Mira , o bella, il Trovatore
150A tuoi piedi:
„ Tutto in lui t’esprime amore:
„ Tu nol vedi.
„ Deh lo guarda un sol momento;
„ Deh lo ascolta con pietà...
155Questo dolce sentimento
„ Fa più bella la beltà.
„ Ah! s’è ver che il Trovatore
„ Sia fedele,
„ Non avrà la bella il core
160Più crudele.
„ Una timida incertezza
„ Sol ritrosa ancor la fa...
„ Una dolce sicurezza
„ Del rigor trionferà.
(finita la canzone tutti si alzano: cessano le danze)

Pri.

165Bravo, signor borghese !
Ben scelta è la canzone, ed eseguita
D’una maniera assai sentimentale.
Che vi par, Siniscalco?

Sin.

                                                        Non c’è male.
Ma il desinar, Altezza,
170Il desinar fu cosa sorprendente:
Comincio veramente
A ricredermi un poco....
Amico, avete proprio un bravo cuoco.

Gia.

„ Altezza, quanto io feci
175È nulla ai paragon di quanto merta
„ Il rango e la beltà di cui splendete:
„ Ogni pregio si oscura ove voi siete...