Pagina:Gaetano Cantoni - Trattato completo di agricoltura, 1855.djvu/150


raccolto delle ulive. 145


Le ulive raccolte appena che abbiano preso un poco di color rossastro, danno una minor quantità d’olio di quelle che hanno subito una leggier decomposizione, ma in cambio quest’olio è di qualità migliore, e si conserva per maggior tempo.

Se vuolsi estrar l’olio subito dopo il raccolto, si stendono le ulive sul suolo d’un granajo, alte 0m,8, rimovendole frequentemente perchè non si riscaldino. Ma se all’incontro si vuol ritardare la pressione, le si disporranno in casse o tini, ben compresse, senza però schiacciarle, mano mano che vi si ripongono subito dopo il raccolto. Con ciò l’ammasso non è penetrato dall’aria, non entra in fermentazione e non vi si formano le muffe. Terminato il raccolto si coprono i recipienti onde non vi penetri il freddo. Con questo mezzo si può ritardare l’estrazione dell’olio sino alla primavera, con che se ne ottiene una maggior quantità, per una specie di macerazione subita dalle ulive.

Niente di più incerto circa alla quantità di ulive che può dare un ettaro ogni anno. Nella Corsica vi sono alcune piante che forniscono 150 chilogrammi d’olio, e molte 65 chilogrammi: ma questi prodotti straordinarj avvengono soltanto ogni cinque o sei anni. Nella Spagna ed in alcune località dell’Italia meridionale una pianta d’ulivo è ritenuta nel massimo suo vigore quando fornisce 114 chilogrammi d’olio.

Una pianta verso il quindicesimo anno di suo impianto può dare circa 2 chilogrammi d’olio, mantenendola concimata ogni anno, e questo prodotto aumenta sino ai 40 od ai 50 anni nei climi temperati fino a dare 50 chilogrammi. Stanchowich dietro alcune sperienze sopra ulive illiriche trovò la seguente composizione:

Polpa Bracket left 3.png Acqua 51,35
Legnoso e fibre 16,38
Olio 9,39
Nocciuolo Bracket left 5.png Olio del nocciuolo — , —
Residuo del nocciuolo 20,00
Olio del mandorlo o seme 0,62
Residui del mandorlo 0,16
Perdita 4,20
100,00.

Per il che risulta che 100 di ulive danno 0,10 di olio e 0,34, di residui o tortelli secchi. La maggior parte delle varietà di