Pagina:Gaetano Cantoni - Trattato completo di agricoltura, 1855.djvu/149

144 raccolto delle ulive.

che cercale d’inverno, od altro, oppure fosse ingombro di neve, l’operazione riuscirebbe impossibile o lunghissima, e molte ulive avrebbero tempo da guastarsi.

2.° Perchè dove temonsi inverni rigidi, il frutto facilmente si altererebbe per l’alternativa di gelo e di disgelo.

3.° Perchè gli uccelli ed altri animali decimerebbero il prodotto.

4.° Perchè abbisognerebbe conservare per troppo tempo le ulive raccolte per le prime, e così perderebbersi in parte, siccome guaste, prima di sottoporle alla pressione.

5.° Perchè cogliendo avanti l’inverno si facilita l’uscita delle gemme pel venturo anno, avendo maggior tempo a predisporsi, andando a loro profitto quell’umore che servirebbe all’uliva.

Perciò considerati tutti gli svantaggi, quand’anche si perdesse un terzo dei prodotto in olio, questa perdita sarebbe compensata da una infinità di altri piccoli vantaggi.

Il raccolto delle ullie si fa battendo i rami con leggieri pertiche, poichè la scossa del ramo basta per farle staccare.

Ma il metodo di percuotere le piante per farne cadere il frutto è riprovevole per tutti quei casi nei quali possa ricevere contusioni o ferite, le quali ben presto inducono un’alterazione che lo fa passare alla putrefazione (§ 388, Vol. I). Usiamo noi questo metodo colle ciliege, colle prune, e con tutte le altre frutta a corteccia tenera? Anche l’ulivo dovrebbe cogliersi a mano ajutandoci con scale, e riservandoci ad usare le pertiche ove siavi pericolo per posizioni scoscese.

In ogni caso prima di cogliere le ulive, importa raccogliere dapprima quelle che sono sul terreno, e questa operazione si ripete dopo il raccolto di quelle delle piante allo scopo di non abbandonare quelle che cadono assai da lontano.

Trovasi nella storia Chinese di Confucio, che chi vuol cogliere le ulive senza usar pertiche e senza romper rami, apra con una trivella un buco nel tronco, vi metta sale e lo turi. Ciò fatto in capo a pochissimi giorni, e qualche volta di poche ore, i frutti si staccano spontaneamente dalla pianta (!?).

Certo è che smettendo l’uso di battere i rami si conserverà per maggior tempo il frutto raccolto, e si risparmieranno infinite piccole contusioni e rotture di rami, i quali tanto più soffrono in quanto che vanno incontro al freddo.