Pagina:Flavia Steno - Cosi mi pare.djvu/32


25


Gli uomini ci danno bene in questo campo l'esempio quasi eroico: esclusi dall'incerto di stati fisiologici anormali, pochi fra essi possono vantarsi di non esser tributari della patologia per qualche incerto o costituzionale o accidentale cronico. Eppure lavorano, studiano, scrivono, votano, legiferano, giudicano.

Giudicano, legiferano, votano, scrivono, studiano, lavorano malgrado la dispepsia, il reumatismo, le cefalie, il diabete, l’avaria, il cancro, il mal di fegato, la nevrastenia, la gotta, il gastrico, la tubercolosi.

Via, tutto questo val bene almeno nove mesi di gestazione!


Non più confortante è il ragionamento degli uomini che il movimento femminista si spiegano soltanto definendolo una invenzione delle donne brutte. Mai asserzione fu più balorda; io ricordo le frondeuses di Parigi fra le più belle donne di cui serbi memoria: {{W|Marguerite Durand|Marguerite Durand]], bionda e giunonica; Nelly Harlor bruna ed elegantissima; Andrée Téry bionda e bianca come una bimba di Reynolds; Mary Leopold Lacour, pallida e infinitamente suggestiva coi