Apri il menu principale

Pagina:Ferrero - Meditazioni sull'Italia, 1939.djvu/51

32 meditazioni sulla storia d’italia

lendo irritarlo, imposero ai suoi bastimenti la piccola somma di 20 scellini.

Questa imposta era illegale; Hampden rifiutó di pagarla. Lo si minacció, ma persistette nel suo rifiuto. In prigione insistette per portare la questione davanti al Re, poiché il Re era interessato quanto lui — diceva — a risolvere detta questione. Il Re si lasció convincere.

Fu allora che si aperse il memorabile processo che mise a socquadro l’Inghilterra. Durante 12 giorni Hampden e i suoi avvocati senza declamazioni e partendo solo dalla propria coscienza e dal proprio diritto, discussero delle leggi del regno in mezzo alla effervescenza generale. Hampden fu condannato, ma tutto il paese si sentí condannato insieme ad Hampden per questa sentenza, e quei 20 scellini imposti senza diritto scatenarono la più grande rivoluzione conservatrice della storia europea.

In questo paese che ha la legislazione la più confusa e la meno organica, l’idea del diritto è tanto profonda e il senso morale tanto sensibile che un minimo di illegalità e di ingiustizia basta a provocare una rivoluzione.

Il popolo inglese è disposto a sopportare dal potere piuttosto delle ferocie che dei capricci.

La resistenza inglese contro l’illegalità e l’ingiustizia non si indebolisce quando il potere passa dal Re al Parlamento, dal Parlamento a Cromwell. La Camera ordina la proclamazione ufficiale nella città di Londra degli atti votati contro la monar-