Apri il menu principale

Pagina:Ferrero - Meditazioni sull'Italia, 1939.djvu/38


meditazioni sulla storia d’italia 19

come i pastori d’Arcadia cercavano asilo nelle grotte tappezzate di edera?

E’ veramente un caso che gli Italiani, nello stesso quarto di secolo, vedano iniziarsi la Contro-Riforma e l’Opera? E quei palazzi, quelle basiliche sopracariche di ornamenti, quelle torri, quelle scale di marmo, non sono una deviazione verso il fasto dell’istinto creatore degli Italiani?

La civiltà è in agonia. Che cosa è avvenuto?

IV.


La libertà è stata soppressa.

Prima la libertà politica. Al governo dei partiti succede, durante la seconda metà del secolo XIV, il governo brutale dei Tiranni, poi il regime sospetto dei Signori.

Poiché l’Italia non possedeva libertà civile e l’indipendenza e i diritti delle corporazioni operaie, delle corporazioni mercantili, delle Arti, fondate in un periodo di libertà politica, non erano garantite da alcun privilegio o franchigia, i Comuni passano dalla libertà ad una tirannia illimitata.

I Comuni francesi non possedevano nessuna sovranità politica; ma usi, dopo l’undecimo secolo a resistere ai Signori e ai Re, avevano dato alla loro fedeltà, grazie al sistema feudale, la forma d’un contratto. Stipulando innumeri garanzie — il mantenimento delle istituzioni locali, il diritto per gli abitanti di essere giudicati nel paese, la facoltà di sorvegliare la ripartizione dell’imposta — essi ave-