Apri il menu principale

Pagina:Ferrero - Appunti sul metodo della Divina Commedia,1940.djvu/244


mantica fosse veramente un nuovo campione venuto da non si sa dove a sfidare l’ Arte Classica, come se fosse stata una Rivoluzione Francese di tutto l’antico sistema, mentre invece il Romanticismo è sempre esistito nell’utere stesso dell’Arte Classica, e figli segreti del Romanticismo sono molte opere dalle forme classiche.

Il classicismo si ispira alla realtà esterna, ma naturalmente in certi periodi assimila con più zelo una parte di questa realtà. E succede dopo qualche tempo la reazione di quelli che vogliono ispirarsi all’altra parte. Quasi sempre, siccome la tendenza classica è obbiettiva, quest’altra è soggettiva. Ma è una semplice reazione meccanica, che si riattacca a un filane di altre piccole reazioni, fino all’origine dell’arte. Diventa una rivoluzione seria, per dir così, solo quando si sviluppano i germi della decadenza, che porta spesso nella carne. La reazione alla forma di classicismo del Settecento si è chiamata Romanticismo. E’ stata una reazione violenta, grandiosa finché si vuole, ma è stata soltanto la reazione contro una parte, una forma, un aspetto particolare del Classicismo, non contro il Classicismo in sè e per sè. Tanto è vero che è ancora, senza volerlo, influenzata dai canoni dlassici. Il Romanticismo ha tanta coscienza dei propri limiti che vuole romperli a

228