Apri il menu principale

Pagina:Ecce Homo (1922).djvu/70


perchè scrivo così buoni libri 75

b) Le inopportune.



1.


Le quattro «Inopportune» sono scritti essenzialmente polemici. Dimostrano ch’io non ero un sognatore, che mi fa piacere anche di sguainare la spada; forse anche, che ho il polso pericolosamente sciolto. Il primo assalto (1873) fu diretto contro la coltura tedesca che già allora consideravo con un disprezzo senza limiti. Senza senso, senza sostanza, senza scopo: una semplice «opinione pubblica». Non c’è malinteso peggiore che credere i grandi successi delle armi tedesche significhino qualche cosa in favore di questa cultura: a dirittura la sua vittoria sulla Francia....

La seconda «Considerazione inopportuna» (1874) mette in luce ciò che vi è di pericoloso, ciò che corrode e avvelena la vita nel nostro modo di coltivare la scienza: la vita, malata in causa di questo congegno, di questo meccanismo privo di personalità, in causa dell’impersonalità del lavoratore e della falsa economia nella «divisione del lavoro». Il fine: la cultura, va perduto; il mezzo: il movimento scientifico moderno, n’è barbarizzato.... In questa dissertazione, il «senso storico» di cui il nostro secolo va superbo, è presentato per la prima volta come una malattia, come un tipico segno di decadenza.