Apri il menu principale

Pagina:Dinamite.djvu/16


— 14 —

Odore di ferro.
Desiderio d’odio.
Delirio pazzo.
Una prigione crolla
incendiata.
Rogo enorme contro la notte.
Ara votiva di ilibertà.
E attorno la foMa danza
turbinosa ’
tra uragani di vittoria
e febbre di schianto.
Visi sformati, bestiali,
arroventati
dal riverbero rosso.
Danza frenetica, enorme.
sotto la musica lontana
della bufera che romba.

Suprema poesia sacramentale.
Versi di acciaio fiammante.
Parole-baionette.

Uomini esausti cadono
su travi carbonizzate
strangolati dal sonno.

No! No!
Guai a chi si riposa!
Ricordatevi:
Eravate coperti di sputi
e di catene
figli della disperazione
figli del patimento.