Apri il menu principale

Pagina:Dickens - Il grillo del focolare, 1869.djvu/98


— 98 —

che non sia per il tuo bene, o Marina! Non ho nel cuore una rimembranza più grata e profonda del pensiero che nel pieno possesso della luce e della bellezza pur tante volte ti sei data cura di Berta, la povera cieca, quando eravamo entrambe fanciulle, o quando Berta era quale l’aveva fatta la sua miseria. La benedizione del cielo piova sul tuo capo e irradii il felice viaggio della tua vita. E nondimeno, diletta Marina (e dicendo ciò le si fece più dappresso e la strinse più forte), e nondimeno oggi, sapendo, che sarai sua moglie, ho sentito spezzarsi il mio povero cuore. Babbo, Marina, Maria, perdonatemi per ciò che egli aveva fatto ad alleggerire la miseria di questa mia oscura vita, ed in nome di que’ benefizi credetemi quando io chiamo Dio a testimone che non poteva desiderargli una moglie più degna!

Mentre parlava, ella aveva lasciato le mani di Marina Filding e preso un lembo della sua veste in atto tra supplichevole ed amoroso; e continuando in quella strana confessione sì chinava a poco a poco finchè alla fine cadde a’ piedi dell’amica e le nascose in grembo l’orbato sembiante.

— Gran Dio! sclamò il padre in trave-