Pagina:Di una strada ferrata da Lucca a Reggio di Modena.djvu/15


15

si: ma anche un milione di lire è una gran cosa! e con un milione.... se ne fan tante!

Checchè ne sia, io spero di farvi vedere un fatto eminentemente naturale e ragionevole, cioè una somma cospicua molto, senza essere spaventevole, presagita per opera vasta e grandiosa, quale sarebbe la esecuzione del nostro Progetto.

Le basi da cui parlo non sono ipotesi, ma fatti compiuti. Il piano per la valutazione in proposito non consiste che nell’analisi degli articoli principali, da’ quali l’opra stessa resulta. L’unica novità che troverete sarà relativa al modo di stimare la spesa per l’impianto del piano stradale, ed è appoggiata a questo semplicissimo pensiero: se dalla nostra Via si toglie tutto ciò che è straordinario, rispetto ad una Strada rotabile di montagna, resta necessariamente ciò che ad una buona Via montanina dee pure competere: il perchè, scandagliato il valor medio di varie strade carreggiabili costruite o in costruzione per le località che il nostro Progetto contempla, trascurandone il prezzo per la massicciata, mi si offre un sicuro elemento e un mezzo molto spedito per giungere al resultato che si ricerca. A questo medio valore poi ho fatto subire l’aumento del quarto per tenermi più al sicuro, a norma della massima espressavi, di voler cioè tendere ad un limite più ampio del bisognevole nell’importo totale dell’impresa, piuttostochè temere, o destar timore di avere scarseggiato. In coerenza di questo medesimo spirito ho adottato settanta centesimi di franco,anzi che cinquanta o sessanta come si usa, per ogni metro cubo nei lavori di sterro; e nel computo del costo dei