Pagina:Delle notti di Young traduzione di Giuseppe Bottoni e del Giudizio universale dello stesso Young.djvu/20


xvta In seguito parla questo nero Censore della virtù, e della gloria con una catena di paradossi tali, clie resta maravigliato il Lettore con qual coraggio abbia egli nell’aurora, clie precede come prefazione i suoi giorni, mordacemente sferzato Elvezio, Thomas, e Rousseau. Non minore audacia mostra negli altri suoi giorni, chiamando 1. illusione regina del Mondo, e pregandola a prender possessi del suo spirito: affermando, che nel Mondo non vi è che un Essere solo variamente modificato: che là formazione del Mondo è una cristallizzazione della materia: che n’e’ tempi andati anche i Leoni avevano la loro ^burletta, i rodingot all’Inglese, il toppe alla Greca, e si condeux personnes sensibles, & vértueuses*. Je dis Vertueuses car les mechans n’ont que des complices; les voluptueux ont des compagnons de débauché; les intéressés ont des associés; les politiquès assemblent des faftieux; le commaa des honunes oisifs a des liaisons 5 les Princes ont des courtisans 5 les hommes vertueux ont senk des ainis. Cethegus étoit le complice de Catilina, & Mecéné le courtisan d’OBave;. mais Ciceron étoit Paini d’Atticus. Qaest. sur PEncicl. T. I. Digitized by Google