Pagina:Della geografia di Strabone libri XVII volume 1.djvu/78

64 ANNOTAZIONI

morte accadde l’anno di Roma 634. Dorilao ebbe due figliuoli Lageta e Stratarca. Supponendo che fra la morte di Mitridate e la nascita di Stratarca fossero corsi tre anni soli, che necessariamente si deggiono frammettere, perchè Dorilao si maritasse, e sua moglie partorisse prima Lageta indi Stratarca, ne viene di conseguenza che fra questi e Strabone non vi sarebbe che la differenza d’anni 32, se Strabone fosse nato nel 689. Ma egli dice aver raggiunto Stratarca nell’estrema vecchiezza. Poniamo invece che nascesse l’anno 700 all’incirca. Allora, essendovi la distanza di 60 anni, più agevolmente si può intendere come Strabene affermi d’aver conosciuto il prozio quando questi era già assai vecchio. Lo stoico Strabone non tralascia già di farci conoscere tutte le sue domestiche glorie. Ma perchè queste si ristringono nella materna linea? Ciò ne induce a supporre che caduta in basso stato colla ruina di Mitridate Eupatore la ricca, nobile e pressocchè reale famiglia della madre di Strabone, questa si sposasse ad uomo inferiore. E così essendo, Strabone nascer dovette dopo il 689. Finalmente dalla morte di Mitridate Evergete al 689 corsero anni 53. Ora perchè nel 689 fosse nato Strabone è d’uopo ristringere a più estremi naturali termini il computo, acciocchè in 53 anni Dorilao si maritasse, e divenisse padre di Lageta, e Lageta avesse una figliuola, e questa divenisse madre della madre di Strabone, e la madre di Strabone il partorisse.

Più probabile è dunque assegnare l’epoca della nascita di Strabone verso l'anno 700; e nulla osta ch’egli d’anni io abbia potuto conoscere Publio Servilio, e che di 29 accompagnasse Elio Gallo in Egitto. D’anni 78, ma non di 90, il reggiamo ancora ritoccare la sua Geografia. Quando egli morisse noi sapremmo dire. Se la morte gli stava colla falce sul capo per toglierlo dal mondo appena egli aveva finita l’ultima linea della sua Geografia, ei cessò di esistere nel 779 come pensa il Coray. Ma nulla cel prova, e forse si conservò in vita qualche altra decina d’anni. (M.)

(38) Perchè nacque colle luci torte per ira di Giunone, come dice Sostrato. Vedi Eust. nell'Odis. Raps. K. p. 1665.

(39) Vedi la nuova ediz. della Bibl. Greca di Fabr. t. iv, p. 577.