Pagina:Dell'oreficeria antica.djvu/69


– 59–

operano la digestione, le pietre acquistassero quella esteriore apparenza e ruvidezza che sovr’esse suol produrre il corso dei secoli. Ancora hanno alcuni artisti moderni sopra antiche pietre, il cui intaglio era di pregio non grande, nuovamente inciso e ritoccate alcune parti, e fatto cosi acquistare alla pietra l’apparenza d’un lavoro assai più fino del tempo migliore; tale inganno si può scoprire per mezzo delle lenti che faranno conoscere i varj punti dove il lavoro è stato ritoccato ed incavato maggiormente.

Insomma la frode in questo genere di cose può facilmente ingannare anche i più esperti: e in ogni modo è d’uopo riposarsi sulla fede e su l’onestà di chi ha trovato la pietra, poichè io non saprei dare altro sicuro segno dell’antichità di un’incisione fuorchè una certa morbidezza ed apparenza, quasi direi come di materia vellutata che la superficie delle gemme acquista dopo lunghissimo tempo. Tuttavia mi pare che più dell’antichità vera o fittizia e sempre incerta, si avesse da pregiare la bellezza e squisitezza del lavoro come quella che si manifesta da se stessa e non può ingannare alcuno.


XIV.

camei.


Sono chiamati camei que’ basso rilievi intagliati sopra gemme, o pietre dure o marmi: vi ha pure una specie particolare di conchiglie (chama) molto