Apri il menu principale

Pagina:De Gubernatis Galateo insegnato alle fanciulle.djvu/71


69


lorchè senti le tue forze ad affievolirsi, ed esso non ti mancherà. Sii religiosa e sarai forte e calma.

LEZIONE XV.

Riepilogo e Conclusione.

In queste lezioncine di galateo, diletta mia Mariuccia, tu puoi trovare una regola di condotta, per essere quale Iddio e la società ti desiderano. Rammentale sempre, mettile in pratica e te ne troverai contenta. In esse si compendiano i doveri principali che una fanciulla ha verso Dio, verso il suo prossimo, verso se stessa.

Tu sai che i doveri verso Dio consistono: 1° Nel credere alla sua onnipotenza, onniveggenza, onniscienza ed alle verità della nostra santa fede; 2° Nello sperare nella divina misericordia, invocando l’aiuto di Dio colla fervida preghiera e nel premio che al giusto è riservato oltre tomba; 3° Nell’operare il bene, amando Dio sopra ogni cosa ed il prossimo come noi medesimi; 4° Nel seguire i precetti morali della nostra religione, adorando Iddio, nostro amoroso Padre celeste, non per abitudine, formalità, vanità d’essere stimati devoti, ma per sincero convincimento, per ispirito d’obbedienza, pel vero bisogno che la creatura sente di trattenersi col suo creatore, per avvicinarglisi il più che può, per ricevere sublimi ispirazioni, per acquistare la forza di migliorarsi.