Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/96


ita, perchè la cofa deè ridurfì in buon flato. L Laccio, vedi legami. Lagrime.fignif. pianti, fofpiri,& doglie per cau fad’Amore. peròdiceua AchileTatio,[che le lagrime fono il (àngue delle ferite del cuore,& dell’anima.] quali dica, comel’innamo rato Petrarca, per amor tuo. Viouomi amare lagrime dal vifio. Lambrulca. trotta, me. Lampreda pefce. fignif l’alma,& il corpo in pie tra ti ho dato, fon tutto tuo. Lana di che fi fia. troua rantolale di cui è. Languria, ouero anguria, fign. io lanouifco & moro,penfando a quefti mali auguri,& femi che io’veggio. ° Lappola, òperfonata, herbadanoi chiamata fparpanaccto. fignif. il tuo fare così la polita, & la grande mi dà molto impaccio, la tua alterezza, «Sefuperbia talmente mi nuoce, che più non la pollò fopportare, sì che credo mi farà bifogno romperla teco. però non fare co sì la polita, & la grande, ne ti vantar tanto di «Aere nata da pedone grandi, & di gran lignaggio, che io ti conofco, só bene quella, che fei, però ricordati di quel detto, che di fe inedefimo non fi deè ragionare ne in lode,ne in biafimo, pofciache P’Vno è atto da fciocco, & l’altro d’arrogante, però dice il prouerbio. Chifi loda, s’ìn lordai. Laflo, ouero laffa da cane, lignifica. io fono Jaflò, tormeatato, ^afflitto, douendotilafciare_>. Lattica. fign.Ia tua è la cagiote, che le noftre co fe padano cosi freddamente. Lauanda