Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/91


.,.«9. Cardellino, ò penna.fignif.non arde più il mio cuore per te gamia, & loquace. Garofallo, ò garofano, frutto, ò fiore, fign. non ti porre così grande affanno chequefto fallo, & quefta gara è folle,& da nulla. Gatto, ò pelo.ò pefce così detto, fign.ftà guato, ftudia di coprire la cofa,accìò non fi fappia.iij fauio, & attediato, però diceua l’Ariofto. L’altra più foggia fi conduce à l’opra, Secret amente, e ftudia, come il gatto, Che l’immonditia fiala terra copra. Gaza, ò penna, trotta ragazza. Gelfo, ò frutto, trotta, moro. Genebro. fign.io li ne porrò del buono. io me vi affaticherò, perchè di ciò ne fono molto caldo,&quafi ebbro. Gefmino,ò gelfomino. fiore, che tolto tade.fignifica. amor cafto, & buono, ma che puoco. dura. Ghianda.troua rouere:. _«Ghiaccio, fign. perchè io veggio 1 amor noftro così freddamente paffete, me ne ghiaccio, & ftò fenza fperanza di ciò, che già defiderauo. per vederti così fredda,dura,& crudele,viuo difperato* quafi dica come il Petrarca in quei ionetto..... 2>V» bel chiaro polito,e Mone la fiamma.che m incende,e ftrugge, E fole vene, el cor m’afctuga, e figge» Che inm follmente mi disfaccio. taa^«UÌ.ched.O&,uo. per ltrada.perchè ho già mneftata,8^ eia la cofa, come haueuodefiderio. Girafole, onero elicla, fiore. figo*