Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/89


. § 7 Fraffinella. fignif.nella cofa che fai,è dibifogno ftar fecreto, & tenerla frà fe, ne palefarla ad alcuno. Freccia, troua, arillula,òfaetta. Freccia di piombo.fign.crudeltà, & ftratio. fin. gono i Poeti Amore crudo arderò, vfare nel ferire gli amanti di due forte di freccie, cioè d’oro,& di pióbo,& dicono» che quando vuo le che alcuno arda d’amore,lo ferifce có l’aura ta,& quando, vuole che l’al ero fia crudele verfo chi l’ama,di quella di pióbo, che fi rintuzza, & induce crudeltà lo impiaga, onde bendifee l’innamorato Petrarca. in quello propoli to. S’ildijfi, zAmor l’aurate fue quadretta, Spenda in me tutte,e ie piombate in lei. Freno, ò briglia, fign.tu fola fei quella,che altre na ogni mia voglia.come à te piace mi guidi, quafi dica, come l’innamorato Petrarca. O’ bel vifo, ou’Amor in/teme, poje Gli [proni, elfren, onde mi punge, e volue» Come a lei pia ce, e calcitrar non vale. Imprefa pigliata in quello proprio figmficato. dal feroce Rè di Sarza, come nel canto quac to decimo alla ottaua 114. moftra l’Anofto-; Il freno puole ancora lì gmfiare, & dire, taci raffrena la tua lingua nó parlar ranco, quellofre no <di antichi lo donarono alla Dea JN emuli, la quale era fopra il parlare moderato. Frifone, ò penna, fignifica. 10 fon ferito, ne so Frumento in herba. figmf. principio di buona ipcr^nzE • • t, Frumento in grano, fignifi è fornito il mietere, hò hauuto tutto qUo, che ddìderauo, 10 me Thò toltoA furatole d’altro giu mi curo. s F 4 Fumo