Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/70


Sì voi Signor tutto il dominio ho dato ‘Di me, cheforfipiti chaltri non crede. Bottaccio, ouero botazzo. fignif. io taccio per hora, ma ben mi ricordo della botta, & percola, che mi darti, perchè fpero, venendo l’oc cartone, di pagarti di ciò. Bottoni, fignif.lafciati intendere, parla chiaro, neftr tanti tuoni, &Ttindnamenti, comefi fuoldire-j. Brefca di mele, trotta mele. Briglia, trotta freno. ’ Brogne, brogroli, & limile rtpede de frutti, trotta, prune->. Brufco, fpede di mirto, che punge. fi<mif. amo re, ò corta di lieto principio, maneffine piena de tormenti, & farti di. però dice ua il Sannazaro 4 Perche rufchi, pungenti in te diuentano r, Quei mirti, eh e già furfi molli,e teneri. Buffalo, animale difpetie di bue, ò pdo, ò corno. fignirt tit fei vn bufalo, vno ignorante,nul la fai, nlallì guidar per tutto, però rtueghati hor mai,«Se guarda al fatto tuo. però dicel’Ariofto nella (aura. Piftofilo. vo più, che colei, che fu del vafo Delincamo Epimeto àfugirlenta. Mi tiri, come, buffalo, pe l nafo. Buffò, troua bollò’ Bu tiro, qual e falli della graffezza del latte, rticr. non mi dare, comefi diceil butiro, non mi vngere con belle parole, che io so bene à che vai dietro, &doue ti voi buttare,conortco bé la tua triftida, però dice il prouerbio. Chi tifa più carene, che non fuole, O t’hà ingannato, ò che ingannarti vuole. Cala