Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/109


107 Tortegli vidi,e fcotergli di mano CMille vittorioje, e chiare palme. Pamporcino. fign.io ti farò cenno, io vi poro il fegno, accio tu conofca. Pane, lignifica, togli, che fei vn pouero, & bilognioìo. Papagallo, vccello di color verde, o penna, lig. tu lèi tutto pieno di allegrezza, per allegrezza, non liti quello, che tu rivoglia. Papauero.ò dormia.fig.dormi,& ftà ficuro, che intiero vi puoi ilare, tieni pur per vero quello cheioti dico., Pardo,animale velociflìmo nel corfo,pero dice il Petrarca. [Intelletto veloce pitiche pardo, ò pelo.fig.io non perdo il tépo.io fon veloce, & pronto per feruirti, per te tutto ardo. Pauiglione.troua, farfalla. I. Pauone, ò penna.lign.io ne vo, io mi parto,*^, quello per la tua alterezza, èT fuperbia, lei troppo gonfia, d’altro non ti curi, che di pauoneggiarti, & mirarci.,. Paflerofò penna, ò pefce.fig. pailero quella influentia fe io non erro, paiferà ogni cofa fe io non fallo.,, Pafferofolitario, ò penna.fignif.pailero daque Ila folitudine alla dolce conuerfarione fe io non erro, mi liberalo vn giorno dal ftar cosi foletto,feio non fallo.... Pecora animale timido,ò lana, figo, tu fei timida^ paurofa, tu ti pauenti ad ogni minima cofa. onde dicefi colui edere vn pecorone, che è timido nelle iue cofe. Pecchie, trotta. Ape.. „„;a rn m<» Pelo di chefi fia, troua l’animale di cui e, come fe di cane, troua cane, SOìnuli • ^