Pagina:De' Rinaldi - Il mostruosissimo mostro, 1584.djvu/108


io6 Olmo,ò foglia, fign.holo mò. Iiora,cheio l’hò, d’altro non mi curo. Oppio, ò foglia, fign.ò come fei pio, & cortefe. Orciuoio.troua. boccale. Orecchiarlo fempmiiua.fignif. hor fatti chiara d’ogni cofa,che poi Tempre all egra, Amerai, e in fieni e cono (cerai, che Tempre vi ue, e ’Viuerà. qnefto nofi.ro amore.viuaadunque fempre,chi re ama di cuoro. Origlierò, troua, codino. Oro figo.grandezza,&fignoria, come nel metallo oro fi moftra.. Orpimento, fign.grandezza,& fignoria mentita, finta, & falTa. Ortica. troua,’Vrtica. Orfb,ò pelo.fig.hor sò il tutto,per quefto nó mi curo di tua crudeltade, ne delle tuerabbioTe ire,ne del tuo fare così la corocciata. Orzo, ò orgio.fign. poni hormai giù il male ani mò, non edere così rozo, & ingrato vei To di chi te ama. Ofio di che fi fia. fign. io non 0T0, io non hò ardire, non mi dà l’animo di fare quefta cofa, non sò che mi fare. Oftrega. rroua, cappe. Pal’a, di cheli ila fign.incoftanza, volubiItà,li e ue ingegno, & fenno, quefta palla per dimoftrare la incoftanza,& volubiltà delle cofe ter rene, fù da gli antichi, & moderni, infieme con la ruota, donata alla volubile fortuna, pe rò troua, ruota. P ^ P A Jma.fign. vittoria, honore,& trionfb.però interpretandola il Petrarca, dice Palma, e vittoria. Et nel capitolo della caftità. Mille, emillefamofe, ecarefalme. Torre