Pagina:Cento vedute di Firenze antica, 1789.djvu/327


XCVII.


Via del Prato, qual era alla metà circa del sec. XVII e non uguale all’odierna se non pel profilo del vecchio Palazzo Corsini, fabbricato dal Buontalenti per gli Acciaioli, e nella Porta di città. Tutto il resto è mutato. A destra si vede cominciato un edificio preesistente al Palazzo Scotti, e lo spazio libero dove oggi sorge la Rotonda Barbetti. Poi segue una serie di case sostituite da più vaste costruzioni moderne, come il Palazzo Sonnino, il Palazzo Corsini (parte moderna), nonchè dal deposito del Carro del Sabato Santo. Nel disegno si vede una serie disuguale di piccole case, la chiesa e il monastero di Sant’Anna sul Prato prossima all’antico pozzo (riprodotto nelle insegne della contrada) e, vicino alla Porta di città, il campaniletto della chiesa di Santa Maria sul Prato, fondata nel 1289. Dal lato sinistro si scorge, lievemente indicato a lapis, il vasto ed uguale fabbricato costrutto nel sec. XVI ed oggi sostituito da una serie di varie e modeste case. Così si è trasformata, a principio della fabbrica stessa, la loggetta, dalla quale i Principi assistevano alle corse e ai giuochi.


Raccolta topografica degli Uffizi. — Disegno a matita e a penna di Stefano Della Bella (1610-1664).