Apri il menu principale

Pagina:Cenni storico-bibliografici della R. Biblioteca nazionale di Firenze.djvu/40


40

Vi sono poi due aiuti, il primo dei quali, rimunerato con lire 1400, è incaricato di schedare i libri che vengono alla libreria, e delle altri speciali incombenze che gli vengono affidate dal superiore.

L’altro aiuto, a cui si danno annue lire 1200, ha la registrazione di tutti i libri che vengono alla libreria per dono, ossivvero per effetto del decreto del dì 30 giugno 1870; tiene la corrispondenza coi procuratori del Re, i quali sono tenuti a mandare una o due volte al mese tutte le pubblicazioni di qualsivoglia genere che si fanno nei loro distretti; e di più ha a suo carico la statistica per materie delle letture che vengono fatte giorno per giorno in biblioteca.

Un volontario ha l’incarico di aiutarlo nel suo lavoro, ed a lui incombe più specialmente di raccogliere, classare e registrare i periodici sì nostrali che stranieri che in numero enorme giungono giornalmente in biblioteca, ed ancora il riscontro e la registrazione delle opere in corso di stampa che si pubblicano in più volumi o fascicoli.