Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/97


IL CROCO



I


O pallido croco,
nel vaso d’argilla,
ch’è bello, e non l’ami,
coi petali lilla
tu chiudi gli stami
      di fuoco:

le miche di fuoco
coi lunghi tuoi petali
chiudi nel cuore
tu leso, o poeta
dei pascoli, fiore
      di croco!

Voi l’acqua di polla
ravvivi, o viole,
non chi la sua zolla
      rivuole!