Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/85


LA SQUILLETTA DI CAPRONA



I


Sonata già l’Avemaria
    dalla chiesa di Caprona,
si sente correre via via
    la squilletta che risòna.

Il poco viene dopo il tanto;
    come là nella capanna:
un pianto ancora, un po’ di pianto,
    dopo tanta ninnananna!

II


Un’ombra va col tintinnìo
    di quel vecchio campanello;
e l’ombra passa lungo il rio,
    gira il piccolo castello,

si ferma un poco ad oggi soglia,
    come vuole ancor quel primo