Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/53


LA CANZONE DELLA GRANATA



I


Ricordi quando eri saggina,
coi penduli grani che il vento
scoteva, come una manina
   di bimbo il sonaglio d’argento ?

Cadeva la brina; la pioggia
   cadeva: passavano uccelli
gemendo: tu gracile e roggia
   tinnivi coi cento ramelli.

Ed oggi non più come ieri
   tu senti la pioggia e la brina,
ma sgrigioli come quand’eri
saggina.

II


Restavi negletta nei solchi
   quand’ogni pannocchia fu colta:
te, colsero, quando i bifolchi
   v’ararono ancora una volta.