Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/47


LE CIARAMELLE



Udii tra il sonno le ciaramelle,
ho udito un suono di ninne nanne.
Ci sono in cielo tutte le stelle,
ci sono i lumi nelle capanne.

Sono venute dai monti oscuri
le ciaramelle senza dir niente;
hanno destata ne’ suoi tuguri
tutta la buona povera gente.

Ognuno è sorto dal suo giaciglio;
accende il lume sotto la trave:
sanno quei lumi d’ombra e sbadiglio,
di cauti passi, di voce grave.

Le pie lucerne brillano intorno
là nella casa, qua su la siepe:
sembra la terra, prima del giorno,
un piccoletto grande presepe.

Nel cielo azzurro tutte le stelle;
paion restare come in attesa;
ed ecco alzare le ciaramelle
il loro dolce suono di chiesa;