Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/37



NEBBIA


Nascondi le cose lontane,
tu nebbia impalpabile e scialba,
tu fumo che ancora rampolli,
      su l’alba,
da’ lampi notturni e da’ crolli
      d’aeree frane!

Nascondi le cose lontane,
nascondimi quello ch’è morto!
Ch’io veda soltanto la siepe
     dell’orto,
la mura ch’ha piene le crepe
      di valerïane.

Nascondi le cose lontane:
le cose son ebbre di pianto!
Ch’io veda i due peschi, i due meli,
      soltanto,
che dànno i soavi lor mieli
      pel nero mio pane.

Nascondi le cose lontane
che vogliono ch’ami e che vada!