Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/130


114 la guazza


In mezzo alle tenebre sole,
qualcuna riluce un minuto;
riflette il tuo Sole, o mio Sole:
          poi cade: ha veduto.