Apri il menu principale

Pagina:Canti di Castelvecchio.djvu/102


86 la vite


Piangi quello che ti si toglie?
Ma ti cucco, taglio ed accollo,
     perchè, quando cadon le foglie,
     tu abbia un tuo qualche grispollo!

O mia vite... no, o mia vita,
così torta meglio riscoppi!
     E poi... com’è buono, alle dita,
     l’odore di gemme di pioppi!

E parlare, ritto su loro,
col venuto di là dal mare,
     chiedendogli, in mezzo al lavoro,
     quant’anni si deve campare!