Apri il menu principale

Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/79


C'è in fronte una grande terracotta Robbiana: corre sulla roccia della parete un tavolato di noce, dove con malinconia potente un frate....da Bibbiena intarsiò figure di santi monaci: a semplicità bizzarra del disegno bianco risalta quando l’oro del tramonto tenta versarsi per la vetrata prossima nella penombra della cappella. Acquistano allora quei sommarii disegni un fascino bizzarro e nostalgico: bianchi sul tono ricco del noce sembrano rilevarsi i profili