Apri il menu principale

Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/45


 Sorge ed anela amaro al mio balcone
E mi aroma d'alloro
In aroma d'alloro acre languente
Tra le statue immortali nel tramonto
Ella m'appar presente

_______




La petite promenade du poète (Firenze)


Me ne vado per le strade
Strette oscure e misteriose
Vedo dietro le vetrate
Affacciarsi Gemme e Rose
Dalle scale misteriose
C'é chi scende barcollando
Dietro i vetri rilucenti
Stan le ciane commentando
...........................
La stradina é solitaria
Non c'é un cane: qualche stella
Nella notte sopra i tetti
E la notte mi par bella
E cammino poveretto