Apri il menu principale

Pagina:Campana - Il più lungo giorno, manoscritto, 1913.djvu/109


 
Quando il paese nuovo arriderà selvaggio su la sconfinata marina?
E vidi come cavalle
Vertiginose sciogliersi le dune
Verso la prateria senza fine
Deserta senza le case umane
E via fuggirono le dune
Ne la vertigine del loro sogno ed apparve
Su un mare giallo de la portentosa dovizia del fiume,
Del continente nuovo la capitale marina.
Vivo fresco ed elettrico era il lume