Pagina:Calani - Il Parlamento del Regno d'Italia.pdf/517


— 323 —

Inutile il dire ch’egli ha pubblicato diverse memorie, opuscoli ed articoli interessantissimi, e che ha fatto più volte, e fa tuttora parte di commissioni in seno alla Camera dei deputati.




È nato in Alessandria nel 1810 da Luigi e da Rosa Vercellina. I primi studi percorse nella città natale, gli universitari in Torino, ove ebbe laurea in legge nel 1833. Rientrò quindi in Alessandria ad esercitarvi la professione d’avvocato, e vi fu regio provveditore degli studi dal 1849 fino al 1856. In quell’anno venne eletto deputato al Parlamento nazionale dal collegio di Bosco; da quell’epoca in poi i suoi elettori gli hanno sempre confermato l’importante mandato.

Il suo illustre concittadino commendatore Rattazzi il volle nel 1859 a segretario generale del ministero dell’interno, nella quale importante carica si rimase finchè quel gabinetto non fu surrogato da quello presieduto dal conte di Cavour.

L’avvocato Capriolo è commendatore dell’ordine Mauriziano e di quello di Leopoldo del Belgio.



Nato nel 1807 in Cerniago, provincia di Lomellina, dall’avvocato Luigi e Giuseppina Ciani, fece gli studi legali in Torino e prese laurea nel 1830.

Dotato di eletto ingegno, di nobili e patriotici sentimenti, si legò in istretta amicizia cogli uomini ad ogni titolo i più illustri e benemeriti del Piemonte, e con essi loro fece parte di quella associazione agraria che abbiamo più d’una volta avuto occasione di ricordare quanto tornasse utile all’Italia col fomentare ogni sorta di ammegliamento civile e politico.