Pagina:Boccaccio - Decameron II.djvu/85


novella ottava 79

Arriguccio impedito dal suo furore, che discerner non poteva, piú quella esser d’un’altra femina che della moglie. Battutala adunque di santa ragione e tagliatile i capelli, come dicemmo, disse: — Malvagia femina, io non intendo di toccarti altramenti, ma io andrò per li tuoi fratelli e dirò loro le tue buone opere: ed appresso, che essi vengan per te e faccianne quello che essi credono che loro onor fia e menintene, ché per certo in questa casa non istarai tu mai piú. — E cosí detto, uscito della camera, la serrò di fuori ed andò tutto sol via. Come monna Sismonda, che ogni cosa udita aveva, sentì il marito essere andato via, così, aperta la camera e racceso il lume, trovò la fante sua tutta pesta che piagneva forte; la quale come potè il meglio racconsolò, e nella camera di lei la rimise, dove poi chetamente fattala servire e governare, sì di quel d’Arriguccio medesimo la sovvenne, che ella si chiamò per contenta. E come la fante nella sua camera rimessa ebbe, cosí prestamente il letto della sua rifece, e quella tutta racconciò e rimise in ordine, come se quella notte niuna persona giaciuta vi fosse, e raccese la lampana, e sé rivestì e racconciò, come se ancora a letto non si fosse andata; ed accesa una lucerna e presi suoi panni, in capo della scala si pose a sedere, e cominciò a cucire e ad aspettare quello a che il fatto dovesse riuscire. Arriguccio, uscito di casa sua, quanto piú tosto potè, n’andò alla casa de’ fratelli della moglie, e quivi tanto picchiò, che fu sentito e fugli aperto. Li fratelli della donna, che eran tre, e la madre di lei, sentendo che Arriguccio era, tutti si levarono, e fatto accendere de’ lumi, vennero a lui e domandaronlo quello che egli a quella ora e cosí solo andasse cercando. A’ quali Arriguccio, cominciandosi dallo spago che trovato aveva legato al dito del piè di monna Sismonda infino all’ultimo di ciò che trovato e fatto avea, narrò loro: e per fare loro intera testimonianza di ciò che fatto avesse, i capelli che alla moglie tagliati aver credeva, lor pose in mano, aggiugnendo che per lei venissero e quel ne facessero che essi credessero che al loro onore appartenesse, per ciò che egli non intendeva di mai piú in casa tenerla. I fratelli della donna, crucciati forte di ciò che udito