Pagina:Boccaccio - Decameron II.djvu/233


novella nona 227

potrebbe esser buono e vero, per ciò che assai manifestamente conosco che io non sapeva battere la donna mia: ma questo mulattiere m’ha mostrato quello che io abbia a fare. — Quindi, dopo alquanti di venuti ad Antiochia, ritenne Giosefo Melisso seco a riposarsi alcun dí: ed essendo assai ferialmente dalla donna ricevuto, le disse che cosí facesse far da cena come Melisso divisasse; il quale, poi vide che a Giosefo piaceva, in poche parole se ne diliberò. La donna, sí come per lo passato era usata, non come Melisso divisato avea, ma quasi tutto il contrario fece; il che Giosefo veggendo, turbato disse: — Non ti fu egli detto in che maniera tu facessi questa cena fare? — La donna, rivoltasi con orgoglio, disse: — Ora, che vuol dir questo? Deh! ché non ceni, se tu vuoi cenare? Se mi fu detto altramenti, a me parve da far cosí: se ti piace, sí ti piaccia; se non, sí te ne sta’. — Maravigliossi Melisso della risposta della donna, e biasimolla assai. Giosefo, udendo questo, disse: — Donna, ancor se’ tu quel che tu suogli, ma credimi che io ti farò mutar modo. — Ed a Melisso rivolto, disse: — Amico, tosto vedremo chente sia stato il consiglio di Salamone; ma io ti priego non ti sia grave lo stare a vedere, e di reputare per un giuoco quello che io farò. Ed acciò che tu non m’impediscili, ricorditi della risposta che ci fece il mulattiere quando del suo mulo c’increbbe. — Al quale Melisso disse: — Io sono in casa tua, dove dal tuo piacere io non intendo di mutarmi. — Giosefo, trovato un baston tondo d’un querciuolo giovane, se n’andò in camera, dove la donna, per istizza da tavola levatasi, brontolando se n’era andata, e presala per le trecce, la si gittò a’ piedi e cominciolla fieramente a battere con questo bastone. La donna cominciò prima a gridare e poi a minacciare: ma veggendo che per tutto ciò Giosefo non ristava, giá tutta rotta cominciò a chieder mercé per Dio che egli non l’uccidesse, dicendo oltre a ciò di mai dal suo piacer non partirsi. Giosefo per tutto questo non rifinava, anzi con piú furia l’una volta che l’altra, or per lo costato, ora per l’anche ed ora su per le spalle battendola forte, l’andava le costure ritrovando, né prima ristette che egli fu stanco: ed in brieve, niuno