Pagina:Bestie.djvu/69



Una sera d'estate mi sedei a piè d'un greppo e cominciai a fumar sigarette l'una dopo l'altra. Era molto scuro, e le stelle parevano così piccole che certo avrebbero bucato. Avrei voluto con me un amico per parlare di qualche cosa, o meglio per ascoltarlo. Quando voglio bene ad un amico, mi piace di più star zitto fumando.

Quasi annoiato e intristito a star lì, appuntellai le mani sull'erba e feci per alzarmi. Allora un grillo, così vicino che non rac-