Pagina:Bestie.djvu/18


della carrucolina. E poi restavo, dietro i vetri, a guardare quel lumicino che faceva scorgere soltanto le mani e le ginocchia della Madonna.

Nella casa di faccia alla mia, un poco di sghembo, perché la via non è dritta, c'era un laboratorio di sarta. Una delle ragazze, saranno state quasi una dozzina, non andava, nell'ore di riposo, a mangiare come facevano le altre; ma socchiudeva la finestra dietro la quale prima aveva mangiato, in piedi, il suo spicchio di pane con il companatico, per fare all'amore con uno studente che aveva la finestra di fianco alla mia. Il sole le batteva, tra l'una e le due, proprio su la faccia, ma stava per tutto quel tempo quasi immobile: era bion-