Apri il menu principale

Pagina:Barrili - La figlia del re, Treves, 1912.djvu/19


— 11 —


zo equilibrio, su spigoli di tavole, su spalliere di seggiole, sopra orli di scaffali, come sempre avviene in tutti i magazzini assai frequentati. Saliva, scendeva, correva, strisciava lesto, senza far rumore, quasi senza farsi vedere, come una lepre, come un capriolo, come un ramarro; ed era sempre lì, pronto a tutti i comandi, ritto in qualche angolo di quelle sette botteghe riunite, facendosi piccin piccino, secondo lo spazio, come se ci fosse nato, come se non si fosse mai mosso di lì. Povero cosino! occupava così poco posto nel mondo!

In una settimana di soggiorno al Bottegone, era già diventato necessario, come la granata, come lo strofinaccio in cucina. Le pannine, la cartoleria, la drogheria, non sapevamo stare senza di lui: perfino la pizzicheria lo voleva, per ispiccare un prosciutto dal gancio, per calar dallo scaffale una forma di cacio, che era più grossa di lui. Zuffoletto di qua, Zuffoletto di là, serviva a tutti, trovava tempo a far tutto; perfino a dare dai vetri una sbirciatina ai ragazzi della sua età, che giuocavano alle palline sul battuto della piazza maggiore.

Mingherlino era entrato; mingherlino restava, crescendo di statura. Pure, mangiava tutto il suo bisogno. La signora Giuditta, degna metà del suo Demetrio Bertòla, più specialmente incaoicata di vigilare alle pannine, vedeva assai volentieri il ragazzo; e tutti i giorni, dopo il desinare, gli lasciava qualche rilievo di tavola, accortamente nascosto tra due piatti in un angolo della cucina. Questo è un segreto, ed ha mestieri di spiegazione, come tutti i segreti. Il signor Demetrio non passava a Zufoletto che minestra e pane a discrezione. Non già che fosse cattivo uomo. Dio guardi! Ma egli soleva dire che i ragazzi non avevano a diventare ghiottoni; che soltanto la minestra era nutritiva, per la giovane età, e che, dove restasse qualche vuoto nello stomaco, un bel tozzo di pan di casa lo avrebbe facilmente colmato. A buon conto, così e non altrimenti s’era allevato lui, sotto gli occhi ed il