Pagina:Baretti - Prefazioni e polemiche.djvu/84



etrusca? E non solamente non c’è spedale per questa strana specie di matti, ma il secolo è cosi inasinito dietro le anticaglie, che costoro sono anzi avuti da tutti per uomini pregni di vera dottrina e di vero sapere.

Io però voglio sempre, dica chi vuole, avere molto piú cara la mia somma ignoranza nelle anticaglie che la sciocchissima scienza di fare due versi in lingua etrusca, o un bel tomo sopra un’abbreviatura greca o latina, o due grossi e disonesti volumi sopra una coperta d’un libro. Ben mi duole nell’anima il vedere questa epidemia, questa peste di frivola e falsa letteratura pigliare troppa forza nel nostro Piemonte, e ducimi vedere alcuni de’ nostri giovanetti bel bello tirati fuor di strada dal cattivo esempio de’ malaccorti dotti forestieri, i quali si vanno gli uni gli altri laudando e adulando e fregando e leccando e barattando gli epiteti di «dottissimo» e di «eruditissimo», facendosi con questo inganno credere al mondo magni e venerandi scrittori ; e hanno fatta una certa lega fra di loro, che chi ardisce toccarne uno, gli volano addosso come le vespe a chi stuzzica il loro vespaio, imperciocché vogliono tutti, o per amore o per forza, essere rispettati come Bibbie.

Non è però ch’io danni assolutamente lo studio delle antichitá; ma vorrei che un po’ di moderazione si facesse, massime nel mio paese, che è quello per cui voglio principalmente interessarmi. Io approvo dunque e lodo a cielo che nelle grandi cittá, e spezialmente in quelle dove risiedono sovrani, vi sieno, se non basta uno, anche molti musei e gabinetti pieni di cose antiche, non meno che di sontuosi templi, di gran palagi, di universitá, di collegi, di accademie, di teatri e di edifizi pubblici e di tali altre cose che, oltre al vantaggio che se ne trae in molte maniere, sono anche di decoro a quel tal paese e giovano a far comprendere non meno la magnificenza che la potenza d’un principe e de’ sudditi suoi. Ma ristringendomi al particolare de’ musei e de’ gabinetti d’anticaglie, non mi pare laudevole che ci abbia a esser poi gente che unicamente spenda tutta la vita, come dissi, conghietturando e strolagando dietro a quelle galanterie; che galanterie piuttosto che altro si denno le anticaglie riputare.