Pagina:Baretti - Prefazioni e polemiche.djvu/309



sua propia lingua. Ma che altro posso fare in questo caso? quale piú severo castigo posso io darvi a tanta distanza, onde la giustizia s’abbia quanto dovrebbe avere? Orsú, signor Luigino amabilissimo, datevi le buone feste dell’infame birbonata che d’accordo col proposto Lastri m’avete fatta, e ridetevene, che avete ragione. Addio, insigni e principaU campioni della lingua, della letteratura e della onoratezza fiorentina. Vi saluto tutt’a due molto caramente.