Pagina:Bandello - Novelle, Laterza 1912, V.djvu/320


NOVELLA XXVIli 31- njaggiore scandalo. A la fine, per far la pace, fu forza che il drappieri con qualche decina di scudi contentasse il mercieri ; e cosi si pacificarono, e ciascuno, con le sue corna in capo, attese a fare il fatto suo. Ora inteso avete come uno poco di piacere di una notte fu quasi per roinare il mercante, che, oltra tanti danari ¡sborsati, restò con perpetua vergogna. FINE DELLA PARTE QUARTA E ULTIMA